Mondo Scuola News

Il Decreto concorso straordinario ter e la Tabella titoli (Scarica il PDF)

Il Decreto concorso straordinario ter e la Tabella titoli (Scarica il PDF)

Condividi L'articolo

Il Decreto concorso straordinario ter e la Tabella titoli (Scarica il PDF)_É partito il conto alla rovescia per l’uscita del bando del Concorso Straordinario ter 2023. Il 29 novembre Ministero dell’Istruzione e del Merito ha, infatti, pubblicato i regolamenti dei concorsi per la scuola dell’Infanzia e Primaria (decreto n. 206 del 26.10.2023) e per la scuola Secondaria di primo e secondo grado (decreto n. 205 del 26.10.2023). 

 

In concomitanza, sono state anche divulgate le tabelle per la valutazione dei titoli dei candidati. Un passo significativo verso una valutazione più strutturata e obiettiva dei partecipanti.

 

Questo concorso si colloca all’interno della fase transitoria della Riforma della formazione iniziale e continua dei docenti. E gioca un ruolo fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo di 70.000 nuove assunzioni previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

 

È importante notare che, nonostante l’importanza di questo concorso, esso non conferirà direttamente l’abilitazione all’insegnamento. I vincitori, dopo aver superato le prove, dovranno infatti conseguire ulteriori crediti formativi universitari (CFU) fino a raggiungere i 60 CFU richiesti dalla Riforma Bianchi.

 

Scuola dell’Infanzia e Primaria

 

SCARICA IL DECRETO

SCARICA LA TABELLA TITOLI

 

Scuola Secondaria di primo e secondo grado

 

SCARICA IL DECRETO

SCARICA LA TABELLA TITOLI

 

Concorso straordinario docenti: ecco i requisiti 

Gli aspiranti docenti intenzionati a partecipare al Concorso straordinario ter dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

 

  • 3 anni di servizio (di cui uno specifico nella classe di concorso per cui ci si candida) negli ultimi 5 anni presso le scuole statali;

 

  • oppure 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

 

 

Tuttavia, per gli aspiranti docenti interessati è previsto anche l’obbligo di aver conseguito uno dei seguenti ulteriori titoli:

 

Scuola dell’Infanzia e Primaria:

 

  • laurea abilitante in Scienze della formazione primaria;

 

  • diploma di abilitazione magistrale o diploma sperimentale a indirizzo linguistico (conseguito entro il 2001/2002).

 

  • titolo di specializzazione sul sostegno.

 

 

Scuola Secondaria di primo e secondo grado:

 

  • laurea di accesso alla classe di concorso;

 

 

  • oppure il titolo di specializzazione (anche con riserva in attesa di riconoscimento) per i posti di sostegno. 

 

 

Concorso straordinario ter: struttura delle prove d’esame

Il Concorso straordinario ter 2023 prevede due prove, una scritta e una orale. E sarà così strutturato:

 

Prova scritta

Per la prova scritta (computer based) è prevista una durata complessiva di 100 minuti, durante i quali verranno proposti 50 quesiti volti a valutare le conoscenze e le competenze dei partecipanti nelle seguenti aree: 

 

  • pedagogia; 

 

  • psicopedagogia;

 

  • didattica;

 

  • metodologie digitali;

 

  • lingua inglese di livello B2.

 

 

Per quanto la struttura della prova scritta, i quesiti saranno suddivisi nel seguente modo:

 

  • 10 quesiti di natura pedagogica;

 

  • 15 quesiti di ambito psicopedagogico, compresi gli aspetti legati all’inclusione;

 

  • 15 quesiti di natura didattica-metodologica, con particolare attenzione alla valutazione.

 

  • 5 quesiti riguardanti la competenza linguistica (inglese di livello B2);

 

  • 5 quesiti sulle competenze digitali.

 

 

Ciascun quesito sarà presentato in modo casuale ai candidati e sarà seguito da quattro possibili risposte, di cui soltanto una sarà corretta.

 

Prova orale

La prova orale presenta, a sua volta, delle differenze tra posti comuni e posti di sostegno.

 

Posti comuni:

Nel caso dei posti comuni, tale prova avrà l’obiettivo di valutare le conoscenze e le competenze del candidato nella disciplina della classe di concorso o nella specifica tipologia di posto richiesta. 

 

Sarà, inoltre, un’opportunità per verificare le competenze didattiche generali e la capacità di progettare attività didattiche efficaci. Compreso l’utilizzo delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali per raggiungere gli obiettivi stabiliti dai programmi scolastici in vigore. 

 

Durante la prova orale sarà svolto anche un test specifico relativo all’aspetto didattico, ovvero una lezione simulata.

 

Posti di sostegno:

Per i posti di sostegno, la prova orale avrà lo scopo di valutare la competenza del candidato nelle attività di supporto agli studenti con disabilità. Si focalizzerà sulla creazione di ambienti di apprendimento inclusivi e sulla progettazione didattica e curricolare. Per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle diverse potenzialità e tipologie di disabilità. 

 

Anche in questo caso, durante la prova orale sarà svolto un test didattico specifico, con una lezione simulata.

 

I candidati che riusciranno a superare le impegnative prove concorsuali saranno chiamati a sottoscrivere un contratto di supplenza annuale. Durante questo periodo, avranno l’obbligo di integrare i crediti formativi universitari (CFU) mancanti necessari per ottenere l’abilitazione richiesta. E per essere assunti a tempo indeterminato.

 

Decreto Concorso straordinario ter: riserva di posti

Il nuovo decreto riguardante il Concorso straordinario ter stabilisce che, per ogni regione e per ogni categoria di insegnamento, sarà riservato il 30% dei posti ai candidati con almeno tre anni di esperienza lavorativa, anche non consecutiva, nelle scuole statali nell’arco degli ultimi dieci anni.

 

Questa riserva di posti è limitata a una regione per ciascun candidato. E si applica solo alle categorie di insegnamento o ai tipi di posti nei quali il candidato ha lavorato per almeno un anno scolastico

 

La determinazione di questa quota riservata si basa su un arrotondamento per difetto e viene implementata soltanto se il numero di posti disponibili per ciascuna regione, categoria di insegnamento o tipologia di posto, supera il numero di tre.

 

Decreto Concorso straordinario ter: quando uscirà il Calendario delle prove scritte?

Secondo le disposizioni del decreto Concorso straordinario ter, il Calendario delle prove scritte per i concorsi docenti sarà pubblicato sul Portale Unico del reclutamento e sul sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione.

 

Le sedi e le date delle prove, gestite dagli Uffici Scolastici Regionali, saranno annunciate con almeno 15 giorni di preavviso. Queste informazioni, incluse le sedi d’esame e l’allocazione dei candidati, saranno rese note sia sul Portale Unico del reclutamento che sugli albi e siti web degli USR coinvolti.

 

L’annuncio di queste informazioni sui siti istituzionali costituirà una comunicazione ufficiale per i partecipanti. Che potranno consultare e scaricare i dettagli della loro convocazione dalla sezione “Graduatorie” sul portale “Concorsi e Procedure selettive”.

 

L’Amministrazione si riserva, inoltre, il diritto di modificare le date delle prove per esigenze organizzative. Tali cambiamenti, se necessari, verranno comunicati attraverso annunci ufficiali pubblicati sul Portale Unico del reclutamento e sul sito del Ministero.

 

 

Preparati al meglio per il Concorso straordinario ter 2023! Clicca ora sul link del Corso di preparazione e raggiungi il tuo obiettivo di diventare docente nella scuola italiana.

CORSO DI PREPARAZIONE CONCORSO STRAORDINARIO TER 2023

DECRETO 3 agosto 2023 Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 211 del 09.09.2023

PROGRAMMA CONCORSO STRAORDINARIO TER 2023 – SCUOLE SECONDARIE 

TABELLE POSTI E CLASSI DI CONCORSO

Allegato A del decreto ministeriale n. 205 del 26 ottobre 2023

Allegato A del decreto ministeriale n. 206 del 26 ottobre 2023

Avviso Pubblico MIM per la fornitura dei quesiti della prova scritta

GUIDA COMPILAZIONE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Articoli Correlati

Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi