Mondo Scuola News

A breve il bando del Concorso riservato dirigenti scolastici

A breve il bando del Concorso riservato dirigenti scolastici

Condividi L'articolo

A breve il bando del Concorso riservato dirigenti scolastici_Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) ha fornito ulteriori dettagli riguardo al prossimo avvio del Concorso riservato dirigenti scolastici. In un incontro informativo con i sindacati tenutosi il 23 ottobre, è stato chiarito che per partecipare a questa procedura concorsuale non sarà necessario un bando completo. Ma verrà emesso un semplice avviso che sarà pubblicato presumibilmente entro la fine di ottobre sia sul sito ufficiale del MIM sia sul portale del reclutamento (inPA).

 

È importante sottolineare che solo i docenti che hanno partecipato al concorso per dirigenti scolastici nel 2017 e hanno sostenuto almeno la prova scritta potranno partecipare. Inoltre, è essenziale che, alla data del 28 febbraio 2023, gli stessi devono aver:

 

  • presentato un ricorso nei termini di legge e sono attualmente coinvolti in una controversia giurisdizionale a causa del mancato superamento della prova scritta;

 

  • superato la prova scritta e la prova orale grazie a una decisione giurisdizionale cautelare, anche se questa decisione è stata successivamente revocata;

 

  • presentato un ricorso nei termini di legge e sono attualmente coinvolti in una controversia giurisdizionale a causa del mancato superamento della prova orale.

 

 

I costi del Concorso riservato dirigenti scolastici

I docenti interessati alla posizione di dirigente scolastico dovranno presentare la loro richiesta di partecipazione esclusivamente tramite una piattaforma dedicata. È importante notare che il mancato rispetto di questa procedura comporterà l’esclusione automatica dalla competizione. Il periodo durante il quale sarà possibile presentare la domanda inizia alla data di pubblicazione dell’avviso e dura per trenta giorni.

 

La data di presentazione della domanda di partecipazione sarà registrata dal sistema informatico. Una volta scaduto il termine per la presentazione, non sarà più possibile accedere alla piattaforma. Il sistema informatico genererà un numero identificativo e una ricevuta che attesteranno l’avvenuta iscrizione alla procedura. Questi documenti dovranno essere stampati e presentati il giorno della prova insieme alla ricevuta di pagamento del primo contributo.

 

Il primo pagamento richiesto ammonta a 350 euro e serve a coprire integralmente i costi del processo selettivo per l’ammissione al corso intensivo di formazione. In seguito, i candidati ammessi a tale corso dovranno effettuare un secondo pagamento di 1.500 euro, che coprirà l’intero costo dell’attività formativa.

 

Le prove d’esame del Concorso riservato dirigenti scolastici

Prima di accedere al corso intensivo di formazione, i partecipanti al Concorso riservato per dirigenti scolastici saranno sottoposti a una selezione iniziale, che può consistere in una prova scritta o orale.

 

Prova scritta

La prova scritta di accesso è destinata ai candidati che non hanno superato l’esame scritto nel concorso DS 2017. E a coloro che lo hanno superato dopo essere stati ammessi per effetto di una decisione giurisdizionale provvisoria, successivamente annullata.

 

Questa prova, basata su sistemi informatici, consta di 100 domande a risposta multipla ed ha una durata di 120 minuti. Per ciascuna domanda sono fornite quattro opzioni di risposta, di cui solo una è corretta. Ogni risposta corretta vale 1 punto, mentre per ogni risposta errata o non data non verrà assegnato alcun punto.

 

Le domande sono suddivise come segue:

 

  • 15 domande per ciascuna delle materie elencate nell’articolo 10, comma 2, lettere a), c), d), e), g) e h) del Decreto n. 138 del 3 agosto 2017;

 

  • 5 domande per valutare la conoscenza della lingua straniera di livello B2 scelta dal candidato;

 

  • 5 domande per valutare la conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione comunemente utilizzati nelle istituzioni scolastiche.

 

 

Prova orale 

La prova orale di accesso è destinata esclusivamente ai candidati che non hanno superato l’esame orale nel concorso DS 2017.

 

I candidati ammessi alla prova orale dovranno affrontare un colloquio della durata minima di 60 minuti. Durante il colloquio, saranno sottoposti a domande estratte a caso, riguardanti le materie specificate nell’articolo 10, comma 2, lettere a), c), d), e), g) e h) del Decreto n. 138 del 3 agosto 2017.

 

In aggiunta, durante il colloquio verrà valutata la conoscenza della lingua straniera di livello B2 scelta dal candidato. E la familiarità con gli strumenti informatici e le tecnologie della comunicazione comunemente utilizzati nelle istituzioni scolastiche.

 

La struttura del corso intensivo di formazione

Il corso intensivo di formazione mira a potenziare le competenze professionali e culturali dei partecipanti, focalizzandosi sulle responsabilità specifiche del dirigente scolastico. Questo include aspetti come la gestione scolastica in linea con le nuove leggi, i processi, le innovazioni e gli strumenti didattici, l’organizzazione e la gestione delle risorse umane, nonché la relazione con l’ambiente circostante e il territorio.

 

Il corso di formazione dirigenziale, che ha una durata di 120 ore, è organizzato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito in collaborazione con gli Uffici scolastici regionali, a livello regionale o interregionale, in base al numero di candidati ammessi. È possibile che il corso coinvolga anche l’apporto di università e potrebbe includere sessioni formative online.

 

In genere, ciascun corso accoglie almeno 20 partecipanti per regione o gruppo di regioni ed è composto da quattro moduli formativi distinti.

 

La partecipazione al corso intensivo di formazione non comporta esenzioni dal servizio per i partecipanti, e le spese relative a viaggi, pasti e alloggio sono a loro carico.

 

La prova finale del corso intensivo di formazione è sostenuta da tutti i candidati che abbiano frequentato almeno il 75% delle ore previste in ciascuno dei quattro moduli. Questa prova consiste in una presentazione orale basata su una relazione scritta sulle attività formative seguite e su un elaborato teorico-pratico riguardante le materie dei moduli formativi. Ed è valutata da una commissione composta da docenti del corso frequentato dal candidato.

 

 

Se desideri conquistare il ruolo di Dirigente Scolastico e dare forma al futuro dell’istruzione, il corso di preparazione al concorso ordinario è la tua chiave per il successo! Clicca qui ora per iniziare il tuo percorso verso una carriera di leadership nell’istruzione.

 

CORSO DI PREPARAZIONE CONCORSO DIRIGENTE SCOLASTICO 2023

 

DECRETO CONCORSO RISERVATO DIRIGENTI SCOLASTICI (N. 107/2023)

Articoli Correlati

Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi