Mondo Scuola News

Percorso 60 CFU come funziona

60 CFU come funziona

Condividi L'articolo

Percorso 60 CFU come funzionaIl percorso dei 60 CFU come funziona? Questa è una domanda cruciale per chi desidera intraprendere la carriera di docente nella scuola italiana.

L’interrogativo diventa ancor più urgente alla luce delle recenti novità del DPCM 60 CFU. Lo stesso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 224 e rappresenta il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 agosto 2023.

Questo decreto rappresenta un passo fondamentale nell’ambito della cosiddetta Riforma Bianchi. Un progetto che mira a trasformare radicalmente il processo di reclutamento dei docenti per le scuole secondarie di I e II grado.

Ma come funziona esattamente il percorso dei 60 CFU? Per comprendere appieno le implicazioni di questa riforma, è necessario analizzarne le basi.

 

Percorso 60 CFU: come funziona realmente?

Alla luce delle ultime evoluzioni, sorge spontanea una domanda fondamentale. Essa riguarda il percorso 60 CFU e come funzioni nei dettagli.

Come già accennato, si tratta di un programma formativo di natura accademica. È progettato per coloro che aspirano a diventare insegnanti nella scuola secondaria di I e II grado. 

Tale percorso è concepito anche per gli insegnanti tecnico-pratici. Tramite questo programma si vuole migliorare la professionalità dei futuri docenti delle scuole secondarie. Il tutto attraverso l’adozione di metodologie didattiche innovative.

In aggiunta, gli aspiranti insegnanti devono acquisire competenze linguistiche, digitali, pedagogiche e psicopedagogiche. Tutto ciò ha come obiettivo finale quello di formare un corpo docente altamente competente e preparato.

La scuola necessita, infatti, di educatori in grado di fornire una solida base culturale agli studenti propri. Questo percorso di formazione continua è in linea con la visione del Ministero dell’Istruzione. Lo stesso promuove l’aggiornamento costante e il miglioramento delle competenze dei docenti in questo settore.

 

La formazione iniziale

Per comprendere il processo dei 60 CFU e di come funzioni, è essenziale scomporre le sue componenti. È fondamentale avere una visione chiara delle diverse tappe che i candidati interessati a diventare insegnanti dovranno affrontare.

Il sistema di formazione iniziale e di accesso al ruolo di insegnante a tempo indeterminato si articola nel modo seguente:

  • percorso di formazione universitaria e accademica abilitante. Questo percorso costituisce il primo passo verso il raggiungimento del ruolo di insegnante. Consiste in un iter universitario e accademico che prevede l’acquisizione di non meno di 60 Crediti Formativi Universitari o Accademici, abbreviati come CFU/CFA;
  • concorso pubblico nazionale. Una volta completato il percorso di formazione iniziale, i candidati devono partecipare a un concorso pubblico nazionale. Questo concorso è indetto su base regionale o interregionale, a seconda delle disposizioni vigenti;
  • periodo di prova in servizio. I candidati che superano con successo il concorso vengono ammessi a un periodo di prova in servizio, che ha una durata annuale. Durante questo periodo, gli aspiranti insegnanti lavorano come docenti e sono sottoposti a un test finale e a una valutazione conclusiva per valutare le loro capacità e competenze.

 

I requisiti di accesso

Anche i requisiti di accesso devono essere presi in considerazione quando si tratta del programma da 60 CFU e di come funzioni

Esso è progettato per equipaggiare gli aspiranti insegnanti con le abilità essenziali necessarie per il loro futuro ruolo educativo.

Come abbiamo già menzionato, questo percorso richiede il completamento di un insieme specifico di CFU. Tuttavia, è fondamentale comprendere che questa opportunità formativa non è aperta a tutti indiscriminatamente.

Al contrario, impone criteri di ammissione molto rigidi. Per avere una comprensione più approfondita di tali criteri, vi invitiamo a fare riferimento alla tabella seguente.

Percorso CFUDestinatariRequisiti
60 CFULaureati
60 CFUITPDiploma fino al 31 dicembre 2024. Dal 1° gennaio 2025: laurea
60 CFUStudenti in corsi di studio per insegnantiAcquisizione di almeno 180 CFU

 

Svolgimento della prova finale

Infine, è essenziale approfondire l’argomento riguardante il percorso 60 CFU e di come funzioni. In particolare, bisogna concentrarsi sulle modalità di svolgimento della prova finale.

La fase culminante di questo percorso universitario e accademico è rappresentata da un esame scritto e da una simulazione di lezione. 

Entrambi i volti a valutare il raggiungimento delle competenze professionali delineate nel Profilo descritto nell’allegato A del DPCM.

L’esame scritto richiede una breve analisi critica di episodi, casi, situazioni e problematiche. Le stesse devono essere emerse durante il periodo di tirocinio, sia diretto che indiretto, all’interno del percorso di formazione iniziale. 

Tale prova è concepita per valutare le competenze acquisite dal tirocinante. Tali abilità sono devono essere  acquisite durante le attività svolte in contesti di gruppo e nell’ambito della didattica disciplinare

Particolare attenzione viene dedicata alle attività di laboratorio e alla capacità di acquisire conoscenze psicopedagogiche.

 

SCARICA il PDF del DPCM 60 CFU (Gazzetta Ufficiale n. 224 del 25 settembre 2023)

 

Articoli Correlati

Inglese

Il corso di inglese online

Corso di inglese online per docenti L’importanza del corso di inglese online cresce in vista dell’avvicinarsi delle selezioni per il reclutamento del personale docente. Lo

Leggi Tutto »
Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi