Mondo Scuola News

Lo SPID è indispensabile per potersi iscrivere in GPS

Condividi L'articolo

L’Ordinanza 112 del 6 maggio 2022 è stata finalmente pubblicata. Questo momento era atteso da tutta la categoria docenti. Ora si ha la concreta occasione di potersi iscrivere in GPS. Le date opportune per tale inserimento ricadono tra il 12 maggio e il 31 maggio 2022.

Come si può leggere sul documento pubblicato dal

 

Ministero dell’Istruzione, la suddetta ordinanza disciplina l’aggiornamento, il trasferimento e i nuovi inserimenti in GPS. Il tutto riferendosi agli anni scolastici 2022/23 e 2023/24. Per poterlo fare, però, vi sono alcuni elementi indispensabili.

 

Cos’è lo SPID e a che cosa serve

Tra i fattori a cui non si può rinunciare per potersi iscrivere nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze vi è lo SPID. Vi è dunque da chiedersi: che cos’è lo SPID?

Questa sigla denomina il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Esso consente agli utenti di adoperare in maniera veloce i servizi digitali delle amministrazioni locali, ma anche di quelle statali. Formato da username e password, è una chiave di accesso personalizzata che permette di avere un rapporto immediato con la Pubblica Amministrazione.

Chi ha raggiunto la maggiore età può dunque reclamare il proprio SPID. Serve un documento di riconoscimento, il codice fiscale, un indirizzo email e un numero di telefono. Dopodiché bisogna munirsi di un gestore di identità digitale riconosciuto.

 

Lo SPID come mezzo per iscriversi in GPS

Per inserirsi in GPS lo SPID è ormai fondamentale. Infatti, l’iscrizione alle graduatorie deve avvenire in maniera telematica. Il mezzo da adottare è il servizio Istanze OnLine (alias POLIS – Presentazione On Line delle Istanze).

Obbligatori per l’iscrizione in GPS, dunque, sono la carta d’identità elettronica e il proprio SPID. Questi ultimi, infatti, consentiranno di accedere alla piattaforma precedentemente menzionata e di procedere con la compilazione della domanda.

All’interno dell’articolo 7 dell’Ordinanza Ministeriale, infatti, si può leggere che «gli aspiranti presentano istanza di inserimento/aggiornamento/trasferimento unicamente in modalità telematica, ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, attraverso specifica procedura informatica. Le istanze presentate con modalità diverse non sono prese in considerazione».

Articoli Correlati

Inglese

Il corso di inglese online

Corso di inglese online per docenti L’importanza del corso di inglese online cresce in vista dell’avvicinarsi delle selezioni per il reclutamento del personale docente. Lo

Leggi Tutto »
Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi