Mondo Scuola News

L’alfabetizzazione digitale

Condividi L'articolo

Nella scuola esistono i professionisti del personale ATA. Per svolgere il loro lavoro al meglio, hanno bisogno di molteplici elementi tra cui un attestato di alfabetizzazione digitale.

Quest’ultimo indica quella che è la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. Un certificato volto a implementare la capacità di usare in modo consono gli strumenti tecnologici.

Più precisamente, tali soggetti devono saper operare con gli strumenti ITC. In italiano, si riferiscono alle tecnologie TIC, ovvero Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione.

Il personale ATA, quindi, deve sapersi destreggiare all’interno del mondo digitale. Lo stesso è ormai indispensabile in ogni contesto lavorativo. 

Proprio per questo motivo, il personale scolastico deve fare in modo di conquistare un certificato di alfabetizzazione digitale.

 

Cos’è l’alfabetizzazione digitale?

Nel contesto lavorativo in cui siamo immersi, l’alfabetizzazione digitale è divenuta imprescindibile. A riprova di tale situazione ci pensa il Ministero dell’Istruzione e del Merito con le sue decisioni.

Infatti, la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale è stata resa obbligatoria. Il tutto è scaturito dalla volontà del MIM.

A cosa serve tale certificazione? Per consentire agli utenti di comprendere e adoperare meglio le informazioni relative alla tecnologia.

Quindi, il personale ATA usa tale attestato per dimostrare di aver fatte proprie le competenze prese in esame. Inoltre, queste competenze devono venir riconosciute internazionalmente.

I soggetti che acquisiscono il suddetto possono adoperarlo anche per quanto concerne le graduatorie ATA. Quindi assume valora oltre le mere abilità collegate alle tecnologie TIC.

A partire dal 2024, infatti, le certificazioni sull’alfabetizzazione digitale saranno obbligatorie per i lavoratori del personale ATA.

Invece, in questo momento, la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale serve per incrementare il punteggio. Una notizia indispensabile per chiunque voglia operare nella scuola.

 

Come si raggiunge?

Da quanto espresso finora, gli aspiranti lavoratori del personale ATA avranno certamente afferrato l’importanza dell’argomento trattato.

Infatti, l’alfabetizzazione digitale si configura come imprescindibile per tali soggetti. Lo stesso è volto a farli muovere in maniera agile non solo nel settore scolastico. Lo si può vedere anche in relazione alle novità ATA terza fascia.

Questi stessi soggetti, però, devono soffermarsi anche sulla metodologia con cui possano ottenere la certificazione presa in esame. Il personale ATA, o gli aspiranti tali, devono frequentare un preciso corso.

Lo stesso deve essere riconosciuto in maniera imprescindibile dal Ministero dell’Istruzione e del Merito. Un esempio pratico per l’ottenimento dell’alfabetizzazione digitale è il corso EIPASS 7 Moduli User.

Tramite quest’ultimo, il personale ATA può acquisire le abilità nei suddetti settori:

  • i fondamenti dell’ICT;
  • sicurezza informatica;
  • navigare e cercare informazioni sul Web;
  • comunicare in Rete;
  • elaborazione testi;
  • foglio di calcolo;
  • presentazione.

 

In merito, comunque, si è espressa la normativa italiana. Per la precisione, si tratta dell’Ipotesi di CCNL 2019-21 sottoscritta all’Aran il 14 luglio 2023.

 

SCARICA IL TESTO DELL’IPOTESI DI CCNL 2019-2021 

Cambia la tua carriera oggi stesso! Acquista le certificazioni informatiche e potenzia le tue competenze digitali come personale ATA.

 

Articoli Correlati

Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi