Mondo Scuola News

Il Corso Asacom

Il Corso Asacom

Condividi L'articolo

Il Corso Asacom_L’evoluzione del sistema educativo italiano in direzione dell’inclusività ha dato spazio a nuovi profili professionali. In questo contesto, l’Asacom (Assistente Specialistico all’Autonomia e alla Comunicazione) svolge un compito cruciale nell’assistenza degli studenti con particolari esigenze.

 

Questo ruolo, riconosciuto su scala nazionale, si concentra sull’eliminazione di ostacoli comunicativi e relazionali per gli alunni diversamente abili.

 

Dotato di una preparazione accurata, l’Asacom, grazie alla sua capacità di adattamento e alla sensibilità verso le singole necessità, si afferma come un punto di riferimento nel cammino formativo degli studenti con disabilità.

 

Pertanto, il Corso Asacom, volto a fornire gli strumenti adatti per costruire un ambiente educativo più integrato e aperto, si profila come una valida proposta per chi desidera intraprendere una carriera nel settore scolastico.

 

La Certificazione Asacom

La Certificazione Asacom è riconosciuta dal MIM (ex Miur), in linea con il Decreto Legislativo 13/2013 (ex articolo 14 della legge 845/78). Questa certificazione è, inoltre, contemplata nel Catalogo delle Qualifiche Professionali della Regione Campania con un livello EQF 4 Sep 19 ed ha validità in tutta l’Italia.

 

Nondimeno, l’Asacom non si limita a un ruolo puramente accademico. Agisce in modo complementare all’operato dell’insegnante di sostegno, esplorando sfere oltre la semplice didattica. Il suo intervento abbraccia vari aspetti della vita dell’alunno, toccando sia l’ambito scolastico che quello domestico, con l’intento di realizzare un percorso di vita equilibrato e coeso per lo studente.

 

Corso Asacom: quali sono i requisiti d’accesso?

Per l’accesso al corso Asacom è necessario aver compiuto 18 anni ed essere in possesso dei seguenti requisiti: 

 

  • Licenza media + Qualificazione EQF 3;

 

  • oppure il solo Diploma.

 

Per quanto concerne il possesso di un livello di qualifica EQF 3, è possibile conseguire la Certificazione di qualifica professionale OSA

 

Quali sono le mansioni dell’Asacom?

Nel panorama dell’istruzione, l’Assistente Specialistico all’Autonomia e alla Comunicazione svolge una duplice funzione. Da un lato, offre interventi diretti per agevolare gli studenti con particolari esigenze nel loro percorso scolastico. Dall’altro, partecipa attivamente alla creazione e gestione di programmi formativi ad hoc.

 

Quando si parla di intervento diretto, l’Asacom si interfaccia sia con esperti del settore educativo che con quelli sanitari, per rispondere in modo ottimale alle necessità dell’alunno. Il suo impegno si estende dall’accompagnamento in aula fino all’orientamento personalizzato, con l’obiettivo di promuovere l’indipendenza e l’armoniosa inserzione dello studente nel tessuto scolastico.

 

Nel contesto della pedagogia inclusiva, l’Asacom contribuisce sia alla progettazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) che all’iter di realizzazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI), dalla sua concezione alla sua verifica.

 

Oltre a ciò, l’Asacom è dotato della capacità di suggerire tecniche didattiche e risorse formative che potenzino l’esperienza formativa e le interazioni tra pari. Questa expertise abbraccia anche consigli specifici basati sulle diverse necessità legate alle varie disabilità.

 

Durata del Corso Asacom e Certificazione

Il Corso Asacom sarà svolto interamente online e avrà una durata di 500 ore, di cui:

  • n. 140 ore di teoria in FAD (da svolgere interamente online in modalità asincrona);

 

  • n. 210 ore di teoria in DAD (che l’allievo svolgerà interamente online in modalità sincrona);

 

  • n. 150 ore di laboratorio in DAD (che l’allievo svolgerà interamente online in modalità sincrona).


Al termine del corso, previo superamento dell’esame finale che sarà svolto online, sarà rilasciata nello stesso giorno la qualifica professionale di Asacom – Assistente Specialistico all’Autonomia e alla Comunicazione. Valida sia in Italia che in ambito europeo, ai sensi del D. Lgs. 13/2013 (già Legge 845/78) e successive modifiche e integrazioni. 

 

Il Corso Asacom: evoluzione del settore educativo

L’incremento dell’interesse riguardo a temi come l’inclusione e l’integrazione ha determinato un consolidamento della posizione dell’Asacom nel tessuto educativo del nostro Paese. Gli istituti scolastici, sempre più, percepiscono l’urgenza di avvalersi di esperti capaci di affiancare alunni con esigenze particolari.

 

Oltre alle scuole, anche strutture di assistenza, enti e nuclei familiari si orientano verso la ricerca di specialisti capaci di migliorare la comunicazione e la convivenza di individui con disabilità.

 

L’Asacom ha la possibilità di collaborare sia in qualità di dipendente che come libero professionista. Questa poliedricità, unita alla diversità di ambienti in cui è possibile operare, fa sì che questa figura professionale risulti interessante per chi ambisce a un’occupazione versatile e suscettibile di adattamenti.

 

Corso Asacom: il punteggio 

La formazione per diventare Assistente specializzato all’Autonomia e alla Comunicazione è strutturata per fornire gli strumenti necessari per eccellere come professionista in questo campo. 

 

È utile precisare che il completamento di questa formazione fornisce un vantaggio in termini di punteggio nella classificazione del personale ATA, specificamente per il ruolo di Collaboratore Scolastico. Questo beneficio è dovuto all’approfondimento di materiale didattico e alla competenza nella gestione amministrativa attraverso l’utilizzo di tecnologie informatiche, conformemente a quanto stabilito dall’art. 14 della Legge 845 del 1978 e successive modifiche e integrazioni.

 

Oltre a ciò, il percorso formativo può apportare punti aggiuntivi anche nei concorsi pubblici, quando espressamente indicato nei rispettivi bandi.

 

Gli Asacom possono esercitare la loro professione sia come dipendenti che come freelance, operando in vari contesti. Tra cui scuole, strutture assistenziali e aziende di diverso tipo, oppure fornendo supporto diretto alle famiglie.

 

Qual è la differenza tra Asacom e insegnante di sostegno?

Nel panorama scolastico dedicato all’assistenza dei disabili, l’Asacom e l’insegnante di sostegno rappresentano due figure professionali distinte, ciascuna con compiti e scopi specifici. Mentre l’insegnante di sostegno è parte integrante del corpo docente e mira al benessere collettivo della classe attraverso una didattica inclusiva, l’Asacom è focalizzato sulle esigenze individuali di un unico studente, funzionando come facilitatore nelle interazioni sociali e comunicative.

 

Al contrario degli insegnanti di sostegno, la competenza degli Assistenti Specialistici all’Autonomia e alla Comunicazione non si limita all’ambito pedagogico. Questa figura si presenta come consulente specializzato, suggerendo metodi e strumenti ad hoc per rispondere alle necessità uniche dello studente.

 

Nell’attuale panorama educativo, entrambe le figure possono coesistere, sebbene la loro presenza simultanea non sia regolamentata. L’Asacom, quindi, si distingue per la sua specializzazione nell’adattamento su misura, mentre l’insegnante di sostegno adotta un approccio più olistico, centrato sul gruppo. Entrambe contribuiscono a formare un mosaico di servizi che potenziano l’esperienza educativa del discente.

 

 

Sei pronto a fare la differenza nella vita degli studenti con disabilità? Scopri come diventare un ASACOM certificato e unire le tue competenze a una missione che cambia vite. Clicca qui per accedere al Corso ASACOM e inizia oggi il tuo percorso verso l’inclusione e la specializzazione!

 

CERTIFICAZIONE ASACOM

Articoli Correlati

Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi