Mondo Scuola News

Call veloce: assunzione Scuola

Call veloce

Condividi L'articolo

Call veloce

L’8 Giugno 2020 il Ministero dell’Istruzione emanava la procedura di Immissione in ruolo in territori diversi da quelli indicati nelle graduatorie di appartenenza.

Si tratta di un nuovo meccanismo di assunzione a tempo indeterminato di personale docente ed educativo sui posti vuoti e disponibili in ogni anno scolastico dopo le operazioni di assunzione a tempo indeterminato disposte ai sensi della normativa vigente. 

La cosiddetta chiamata veloce è una procedura aggiuntiva rispetto alle ordinarie operazioni di assunzione a tempo indeterminato ed è rivolta agli insegnanti già inseriti nelle graduatorie utili per le immissioni in ruolo, ma in province o regioni diverse da quelle relative alle suddette graduatorie e viene usata solo ed esclusivamente per coprire eventuali posti rimasti scoperti dopo le operazioni di immissioni in ruolo.

Chi può partecipare e chi non può partecipare

La partecipazione alla procedura della Call veloce riguarda il personale inserito nelle graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie di merito dei concorsi

Dalla procedura sono esclusi i docenti già di ruolo oppure coloro i quali saranno destinatari di proposte di assunzione a tempo indeterminato in ciascun anno scolastico di riferimento nella provincia o nella regione di inserimento.

Per chi accetta l’assunzione in ruolo da call veloce vi è un vincolo triennale, il docente appena assunto non potrà chiedere:

  • trasferimento;
  • passaggio di cattedra;
  • assegnazione provvisoria ed utilizzazioni provinciale o interprovinciale;
  • incarico a tempo determinato in altro ruolo o classe di concorso.

Il Decreto Sostegni Bis ha sospeso la “call veloce” per l’anno scolastico 2021/2022, ma è quasi sicuro che verrà ripristinata per l’anno scolastico 2022/2023 per due ragioni principali:

  • non è specificato nulla nel decreto Milleproroghe;
  • esiste una bozza di decreto ministeriale che disciplina le assunzioni tramite call veloce a partire dal 1° settembre 2022; 

perciò la direzione sembra essere quella della conferma della call veloce per l’anno 2022/2023.

Come funziona la Call veloce

Dopo la conclusione delle normali procedure per le immissioni in ruolo dalle graduatorie, gli uffici scolastici regionali provvederanno a pubblicare online le disponibilità di posti residue

I docenti interessati, possono fare domanda per essere immessi in ruolo sulle posizioni disponibili grazie alla chiamata veloce. 

Quelli che verranno assunti a cattedra, dopo aver superato un periodo di prova e formazione, verranno depennati da ogni graduatoria ad eccezione delle graduatorie di concorsi ordinari di altre procedure in cui sono inseriti.

Come fare domanda 

Coloro i quali intendono partecipare alla procedura dovranno presentare un’unica domanda per via telematica tramite la piattaforma Istanze Online indicando:

  • la regione di partecipazione, con preferenza tra le province;
  • le classi di concorso/tipologia di posto di interesse, con preferenza nel caso fosse più di una.

Rimane da chiarire un unico particolare: se la call veloce verrà fatta prima o dopo le assunzioni da GPS.

Molto probabilmente sarà fatta dopo, permettendo ai docenti interessati di occupare posti che non è stato possibile assegnare a causa di mancanza di candidati nelle graduatorie. 

Articoli Correlati

60 CFU come funziona
60 CFU

Percorso 60 CFU come funziona

Il percorso dei 60 CFU come funziona? Questa è una domanda cruciale per chi desidera intraprendere la carriera di docente nella scuola italiana. L’interrogativo diventa

Leggi Tutto »