Mondo Scuola News

Il servizio specifico e aspecifico GPS

Condividi L'articolo

Il servizio specifico e aspecifico GPSIl mondo scolastico è un labirinto di concetti vitali, come il servizio specifico e aspecifico GPS, che i docenti devono padroneggiare. 

Questi concetti diventano fondamentali per chiunque punti a entrare in quelle che sono conosciute come Graduatorie Provinciali per le Supplenze.

Le stesse sono regolate attualmente dall’Ordinanza Ministeriale n. 112 del 6 maggio 2023. Inoltre, destinate a essere rinnovate nel 2024 su impulso del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Cosa si cela, quindi, dietro ai termini servizio specifico e servizio aspecifico nel contesto delle GPS? Il primo, servizio specifico, si riferisce al lavoro svolto in una precisa classe di concorso. Il secondo, invece, abbraccia un ambito più ampio.

Il servizio aspecifico comprende l’esperienza in una classe di concorso diversa, in un tipo di posizione diverso o in un grado di istruzione alternativo. Questa distinzione diventa cruciale nel comprendere a pieno il funzionamento delle GPS.

 

Servizio specifico e aspecifico GPS

Per essere ammessi all’insegnamento è essenziale comprendere i diversi requisiti necessari. Tra questi, emergono due tipi di servizio: il servizio specifico e aspecifico GPS.

Il servizio specifico è valutato in base alla classe di concorso o al tipo di posto specifico. Al contrario, il servizio aspecifico, può essere svolto in altre classi di concorso.

Inoltre, può essere espletato anche su tipi di posto o gradi diversi da quelli soggetti alla valutazione specifica. Tale concetto si applica non solo a ogni classe di concorso nel posto comune, ma anche al sostegno.

Di conseguenza, gli aspiranti insegnanti potrebbero trovarsi a svolgere un incarico di supplenza in una posizione diversa da quella della loro classe di concorso. 

Naturalmente, entrambi i tipi di servizio accumulano punti utili per avanzare nelle graduatorie di merito.

Tuttavia, questi due tipi di servizio non vengono valutati nello stesso modo. Il servizio specifico viene valutato al suo intero valore, mentre quello aspecifico al 50%.

Il massimo punteggio cumulabile annualmente per le Graduatorie Provinciali per le Supplenze è di 12 punti. Il sostegno viene calcolato così:

  • servizio specifico per GPS sostegno dello specifico grado;
  • servizio specifico per classi di concorso dello specifico grado;
  • servizio aspecifico per classi di concorso e posti sul sostegno di differente grado.

 

Il punteggio supplenze GPS

Dalle informazioni sin qui esposte emerge chiaramente l’importanza di esaminare ulteriori dettagli. Gli stessi devono essere relativi sia al servizio specifico e aspecifico GPS.

Questi elementi risultano cruciali nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze. Qui il punteggio rappresenta un fattore fondamentale per progredire nella graduatoria.

Tale punteggio, infatti, viene determinato in relazione al periodo effettivo trascorso nell’insegnamento in classe. Ecco, dunque, l’elenco utile a comprendere la quantità di punti assegnata per i diversi periodi di supplenza:

  • da 16 a 45 giorni: 2 punti;
  • da 46 a 75 giorni: 4 punti;
  • da 76 a 105 giorni: 6 punti;
  • da 106 a 135 giorni: 8 punti;
  • da 136 a 165 giorni: 10 punti;
  • da 166 giorni in avanti: 12 punti.

 

In aggiunta, ci sono ulteriori considerazioni per i futuri insegnanti da tenere presente. Non è permesso accumulare giorni di supplenza in due anni scolastici separati. Per raggiungere il massimo di 12 punti all’anno, è consentito combinare vari servizi aspecifici.

 

Desideri migliorare la tua posizione nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze? Scopri come le Certificazioni informatiche e linguistiche e i Master possono fare la differenza. 

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE!

 

Articoli Correlati

Ecco come
Vincere il concorso Docenti
Ultime ore

La Promo scade tra:

Ore
Minuti
Secondi